Link

Who is Perfect? Manichini disabili a Zurigo

La perfezione vista da vicino

La ricerca della perfezione, la convinzione che esista la perfezione, la sicurezza di essere perfetti e superiori agli altri, la domanda stessa “Esiste la perfezione?” sono una costante ossessione nella vita di molti (o forse di tutti, ma ognuno la vive a proprio modo).

Io credo che esistano una molteplicità di perfezioni, tante quante sono le personalità e i caratteri degli esseri umani.
Ognuno crederà a suo modo di essere perfetto e nella stessa misura crederà imperfetti gli altri, ma siccome è piuttosto difficile affrontare questo argomento, alla fatidica domanda risponderò con una frase di Spinoza:

” La perfezione e l’imperfezione sono in realtà soltanto modi del pensare, cioè nozioni che siamo soliti inventare per il fatto che confrontiamo gli uni agli altri individui della stessa specie o genere “

Spinoza

Questo venerdì vi presento un ambient fresco di realizzazione per l’agenzia Svizzera Jung Von Matt/Limmat.
L’agenzia, in collaborazione con l’organizzazione Pro Infirmis, ha allestito le vetrine di una boutique dellaBahnhofstrasse di Zurigo con manichini particolari per celebrare la Giornata Nazionale delle Persone con Disabilità.
Vi lascio questo emozionante video del Making Of realizzato a cura del Direttore Alain Gsoponer.

” Because Who is Perfect? Get closer! “

 

http://www.youtube.com/watch?v=E8umFV69fNg

 

Annunci

Link

Project Unbreakable: denunciare gli abusi

Questa mattina usciamo un po’ dagli schemi perchè sono mesi che seguo un progetto del quale, credo, sia arrivato il momento di rendere partecipi anche voi.
Sulla scia della Giornata Nazionale contro la Violenza sulle Donne voglio farvi conoscere Project Unbreakable 
Project Unbreakable è un progetto di denuncia contro gli abusi fisici creato dalla dicianovenne Grace Brown nel 2011.
La denuncia di abusi non è un argomento che riguarda soltanto le donne, ma riguarda ogni essere umano di ogni età.
Project Unbreakable lancia un nuovo provocatorio modo di affrontare l’argomento: le vittime di abusi possono inviare le proprie foto all’indirizzo mail projectunbreakable@gmail.com postando foto mentre tengono in mano poster sui quali sono impresse le frasi dei loro persecutori e stupratori.
Sono tutti e tutte dei “survivors” che stanno cercando con le proprie forze di superare il trauma e mentre inorridiamo davanti alle scritte, incapaci di credere che un essere umano possa essere così orribile da dire quelle frasi, allo stesso tempo ci accorgiamo di essere di fronte a testimonianze di speranza e determinazione.
Non riesco ad immaginarmi che cose queste persone possano aver provato o provino tutt’ora, ma l’attaccamento alla vita, la forza di risorgere, di non arrendersi e di non farsi schiacciare dai sensi di colpa o dal senso di inadeguatezza, dovrebbero essere un esempio per tutti.
Spesso la sfida più grande di un eroe è riuscire a salvare se stesso.

Link

Pets4Pets … piccoli creativi cresceranno.

VENERDI’. RUBRICA DI ADVERTISING. SCONFORTO PROFONDO. 

Il disagio di lavorare in pubblicità:
– Paghi 16,000 euro per un master dove ti fanno credere che fuori sia tutto allucinogeni e idee creative della madonna, mentre la realtà è che non ci sono idee, nè creatività, nè soldi.
– Sei tutto felice rallegrandoti del fatto che quei soldi “investiti” potranno in qualche modo assicurarti un futuro,   te lo dicono tutti, i tuoi amici, i colleghi, i professori, gli addetti ai lavori. La realtà è che uscito dal tuo bell’anno di corsi e idee che reputavi geniali vieni catapultato nella realtà in cui TU non sei nessuno, non hai credenziali e sei solo l’ennesimo che c’ha provato, ma senza meriti.

Siamo stagisti, siamo creativi, siamo poveri e pure un po’ affamati.
Noi che nella nostra testa siamo tutti un po’ più bravi degli altri, nel mondo reale siamo solo un altra mandria di creduloni che camminano lenti per sperare, almeno, di ritardare l’esecuzione al macello.
Disincantata? Forse. Ma anche speranzosa. Io il mio calvario verso il buco in testa a distanza ravvicinata l’ho rallentato, e meno male direi. Forse converrebbe diventare Account, e chi conosce il mondo della pubblicità sa quanto sia vera questa affermazione, perchè loro fanno un po’ più la bella vita. (si dice..)
Vorrei urlarglielo in faccia alla dolce bambina che sogna di diventare pubblicitaria, ma forse è solo un po’ d’invidia. Di cosa parlo?

Guardate il video… la campagna per WWF “Pets4Pets” realizzata dalla Leo Burnett è stata ideata dai bambini di una scuola di Milano.
Piccole menti contorte e maledettamente acute! Hanno realizzato uno spot geniale.
E se gli orsi bianchi lo facessero a te?

http://www.youtube.com/watch?v=beVJ_dV8dwY

vi consiglio di dare un occhio anche al making of…

Pets4Pets Project — Making of Spot TV

C’è solo da sperare che le altre agenzie non si facciano incuriosire dal progetto e lo adottino a loro volta, sarebbe il colmo diventare la stagista di un bambino delle elementari.

Link

Carrefour A Tutto Volume!

L’ agenzia Publicis in Belgio ha vinto il bronzo a Cannes nel 2011 per questa trovata geniale!
Capirete tra poco perchè ve la sto presentando con questo entusiasmo…..

Fino a qualche anno fa non ero d’accordo con chi, camminando per strada, ascoltava la musica con le cuffie. Mi immaginavo sempre incidenti catastrofici in cui il giovincello di turno, non sentendo un clacson veniva investito, e la macchina andava a scontrarsi con la vetrina del negozio di fronte e…. Ok. Decisamente TROPPO CATASTROFICO.
Ho bisogno di un valium.
Di cosa stavamo parlando? Ah gia… La musica.
Vivendo in una cittá come Milano si finiscono, invece, per considerare le cuffie un accessorio indispesabile alla propria sopravvivenza.
Proprio per il ruolo principale che ha la musica nelle grandi città, dove tutti la ascoltano in metropolitana…al bar…al supermercato…al parco… Carrefour ha realizzato una card i-tunes acquistabile direttamente all’interno di 18 supermercati.
La playlist scaricabile è, ovviamente, vastissima e ogni brano costa 0.99 cent. Grande ovazione per Publicis e i suoi creativi che non si sono fatti ingoiare dalla banalità proponendo musica… al TOP per rappresentare la campagna.

Questo è quello che ne è uscito!

Thanks to Johan Smeyers

Link

Buona estate… a voi giovani e meno giovani!

 

” Cerco l’estate tutto l’anno… e all’improvviso eccola qua… lei è partita per le spiagge ed io son solo qua giù in città…”

Più o meno quest’anno è andata così effettivamente, tutti al mare e io, che al mare ci sono nata, bloccata qua a Milano in ufficio fino al 6 agosto! Nel frattempo, però, noi di Organiconcrete in vacanza ci andremo già dalla prossima settimana quindi questo sarà l’ultimo articolo della stagione… e allora ho deciso di lasciarvi con un “prendi 2 paghi 1″ .
Ho cercato tra le mie solite fonti una bella campagna per salutarvi e ne ho trovate due, non c’entrano niente l’una con l’altra, ma d’altronde essendo io incoerente, sentimentale, cinica, allegra e incline alla depressione allo stesso tempo ho deciso che sarebbero andate bene lo stesso!
Pe mantenere gli equilibri vi presenterò prima la geniale campagna per Danone Densia dellaYoung&Rubicam in Brasile e poi la bellissima e toccante campagna per Trevor-Project della Miami AD School di San Francisco.

Partiamo…

Che tutti vorremmo rimanere giovani non è una novità, ma ogni tanto vorrei crescere quel tanto quanto basta per potermi guardare indietro e  avere delle lezioni di vita da impartire al prossimo, e a me stessa. Già ora, a 25 anni, mi sento di aver imparato tante cose e sono contenta di aver superato a testa alta situazioni che mi sembravano insormontabili costruendomi una corrazza sempre più forte e resistente.  Vorrei poter crescere rimanendo giovane e forte, vorrei poter avere l’energia dei 20 anni a 70, vorrei poter fare le stesse cose che faccio adesso, ma con la saggezza di un’anziana. Non sarebbe stupendo? Se fosse possibile vivremmo tutti una vita perfetta. Gli stessi ritmi di adesso senza doversi preoccupare di commettere errori stupidi, si perderebbero molte meno occasioni e ci ripeteremmo molti meno “avrei dovuto…”. 
Anche perchè, a volte l’età influisce in maniera irreversibile sul nostro modo di percepire la realtà, la stupidità di un adolescente rischia di nuocere gravemente alla salute sua e di chi gli sta intorno, a volte più del fumo.
Mmhhh… Mi sa che alla fine ho comunque messo insieme le due campagne!

Vi agururo una buonissimissima estate piena di foto, Mojito, amici e feste. Ci “leggiamo” a Settembre!!!!